Tickets

Intero

€10,00

Ridotto

€5,00

Cumulativo Intero

€13,50

Cumulativo Ridotto

€7,00

Gratuito

€0,00

Orari

Settembre

Da Lunedì a Domenica

8.30-18.00

Ottobre

Da Lunedì a Domenica

8.30-17.30

Novembre

Da Lunedì a Domenica

8.30-15.30

Dicembre - Febbraio

Da Lunedì a Domenica

8.30-16.00

Marzo

Da Lunedì a Domenica

8.30-18.00

Aprile - Agosto

Da Lunedì a Domenica

8.30- 19.00

Servizi

Biglietteria

Visite guidate

Info Point

Bookshop

Caffetteria

WC Toilette

Accesso disabili

Accesso animali

Pagamenti elettronici

Caffetteria

Immersa nel verde dello splendido Parco Archeologico della Neapolis, di fronte all’ Anfiteatro Romano, Neapolis Cafè offre ai suoi visitatori una piacevole sosta di ristoro degustando le eccellenze enogastronomiche locali.
La Caffetteria sarà aperta tutti i giorni compresa la domenica e seguirà gli orari ufficiali del sito.

Dove ci trovi

Punti d'interesse

Riconosciuto come la vera attrazione di Siracusa, il Parco Archeologico della Neapolis racchiude capolavori famosi sia di epoca greca che di epoca romana, testimonianze della storia millenaria della città

Teatro Greco

E' il monumento più famoso del parco archeologico ed è uno tra i più grandi e importanti nel mondo antico. Ha origine antiche ed esisteva già nel V sec. a.C.; sappiamo da fonti letterarie che Eschilo mise in scena "Le Etnee" nel 476 a.C. La sua forma attuale, però, è riferibile a un progetto unitario, realizzato nel III sec. a.C. da Ierone II, nell'ambito del suo programma di sistemazione della Neapolis secondo i principi dell'architettura ellenistica del tempo.
Scolpito nella roccia del colle Temenite, il teatro presenta una cavea di grandissime dimensioni, con 67 ordini di gradini, divisa, in senso verticale, in nove cunei da otto file di scalette e, in senso orizzontale, da un ampio corridoio (diázoma). La parete a monte di tale diázoma, reca incise delle iscrizioni in greco. Al centro è il nome di Zeus Olimpio; ad est erano i nomi di divinità non più leggibili; ad ovest erano i nomi dei membri della famiglia di Ierone. Si leggono ancora chiaramente i nomi di Nereide, moglie di Gelone II, figlio di Ierone II, e di Filistide, moglie di Ierone II.
In epoca imperiale romana il teatro subì profondi mutamenti per rispondere alle esigenze degli spettacoli e doveva avere un apparato scenico monumentale grandioso e complesso. I lavori dell’ultima fase del teatro si possono datare al V secolo d.C.
Ad opera di Ierone II, fu realizzato un grandioso portico ad L sulla terrazza sopra il teatro, davanti alla grotta dove sgorga un ramo dell’acquedotto Galermi. La grotta, esternamente, presenta due nicchie ed un fregio dorico. Questo complesso è stato identificato come il Mouseion, sede della corporazione degli attori.

Orecchio di Dionisio

Nel lato occidentale della Latomia del Paradiso è il famoso “ Orecchio di Dionisio “. Dalla particolare forma ad esse, alta 23 metri, è una grotta artificiale, caratterizzata da un’eco eccezionale, che deve il suo nome al famoso pittore Caravaggio che collegò la forma della grotta, che ricorda il padiglione auricolare, e la sua qualità acustica al tiranno Dionisio. Egli poteva così ascoltare le parole dei suoi prigionieri, grazie alla particolare eco del luogo. La grotta, molto famosa già nel ‘700, è stata riprodotta nelle raffigurazioni dei viaggiatori famosi del Grand Tour.

Grotta dei Cordari

La Grotta dei Cordari è situata in prossimità dell'Orecchio di Dionisio. E’ così chiamata proprio perché qui a partire dal XVII sec, gli artigiani lavoravano le fibre naturali e realizzavano, secondo vecchie tradizioni, corde di ogni tipo, favoriti dalla naturale umidità del luogo. Questa tradizione si è estinta solo pochi decenni fa.

Anfiteatro Romano

A completamento del percorso di visita della Neapolis è l’Anfiteatro romano, tra i più grandi esistenti ed il più grande della Sicilia, monumento tipicamente romano in una città dalla fortissima impronta greca. E’ in gran parte scavato nella roccia e di tutta la parte superiore, costruita, non resta quasi nulla. La cavea ellittica è su tre livelli con un portico soprastante. Un sistema complesso di aperture consentiva il rapido flusso degli spettatori. Un corridoio parallelo all’arena ha delle aperture che consentivano l’accesso ai gladiatori ed agli animali per gli spettacoli. Al centro di essa è un ampio sotterraneo utilizzato per macchinari. L’anfiteatro aveva due ingressi principali, del quale quello meridionale era monumentalizzato da un complesso sistema di scale. La datazione di questo edificio è piuttosto controversa, ma gli studi più recenti lo inquadrano cronologicamente in età augustea, con modifiche in età successive.

Ara di Ierone

L'Ara di Ierone II è il grandioso altare costruito dall’ultimo dei grandi ed illuminati tiranni di Siracusa. Lunga circa 198 metri e largo oltre 20, ne rimane la parte scavata nella roccia. Si accedeva al piano della mensa, dove avvenivano i sacrifici, attraverso due rampe decorate da due coppie di telamoni. Davanti, era un portico colonnato ed un propileo di accesso, considerato di età augustea ma che recentemente è stato datato al III a.C. L’altare era dedicato a Zeus Eleutherios; le feste celebrative prevedevano il sacrificio di ben 450 tori.

Latomie

In questo percorso culturale all’interno del Parco Archeologico della Neapolis, non viene a mancare l’aspetto bucolico, che permette agli amanti della natura di godere della suggestiva vegetazione nell’area della Latomia del Paradiso, adiacente al teatro e la più occidentale del complesso delle latomie che cingevano l’antica città. Le latomie erano in antico delle cave per l’estrazione della pietra ma diventavano anche prigioni. Presenta una lussureggiante vegetazione, ricca di alberi di limoni ed aranci, capperi, palme e fichi d’india, ed è oggi luogo incantato e di straordinaria bellezza.

Galleria Fotografica

Planimetrie

1. TEATRO GRECO

2. ARA DI IERONE

3. ANFITEATRO

4. ORECCHIO DI DIONISO

5. GROTTA DEI CORDARI

6. LATOMIE DEL PARADISO

7. LATOMIE DELL'INTAGLIATELLA

8. LATOMIE DI S. VENERA

9. TOMBA DI ARCHIMEDE

10. NECROPOLI GROTTICELLE

11. BIGLIETTERIA SINGOLI / WC

12. BIGLIETTERIA GRUPPI